Protesi dentali

Fisse, mobili e combinate con i materiali più innovativi

protesi dentarie

L'implantologia rappresenta oggi la migliore soluzione per una riabilitazione funzionale della masticazione. Si ricorre infatti a protesi dentali e alla sostituzione dei denti naturali con elementi dentari artificiali, allo scopo di riabilitare le funzioni orali di pazienti affetti da mancanza di denti parziale o totale.

Presso il lo Studio del Dottor Fabio Polo, tutte le riabilitazioni protesiche prevedono l'utilizzo dei materiali più innovativi, a garanzia di un trattamento funzionale di elevata qualità.

Si realizzano diverse tipologie di protesi dentali:

La protesi fissa sostituisce i denti naturali con manufatti definitivi e stabili. Si tratta di corone (sostituti artificiali di un solo dente) e ponti (sostituiti di più denti) cementati a pilastri di sostegno naturali (denti e radici contigui) e perciò non rimovibili dal paziente.

La protesi mobile sostituire una parte o l'intera arcata dentaria e può essere rimossa dal paziente. Essa, asua volta, può essere:

  • Parziale: ancorata per mezzo di ganci ai denti naturali residui o di attacchi ad elementi protesici, ed è formata da una struttura metallica da cui prende il nome di scheletrato.

  • Totale: la protesi totale in resina (dentiera) sostituisce una o entrambe le arcate dentarie poggiando unicamente sulle mucose e sull'osso del paziente. Il graduale riassorbimento osseo determinerà nel tempo minore stabilità della portesi totale, che richiederanno aggiustamenti del dentista. Tuttavia si tratta di una soluzione economica e poco complessa per ripristinare le funzioni orali del paziente. Inoltre l'uso di nuovi materiali (resine e ceramiche) garantisce la validità funzionale, anallergica ed estetica del risultato.

La protesi combinata sostituisce l'arcata dentaria con il supporto di impianti in titanio integrati all’osso. La protesi è rimovibile ma resa stabile da dispositivi di ancoraggio che ne assicurano un'ottima funzionalità a lungo termine.

Con la protesi fissa su impianti, singoli elementi dentali o intere arcate dentarie sono sostituiti mediante l'inserimento chirurgico di pilastri in titanio integrati nell’osso mandibolare o mascellare ai quali i denti vengono ancorati in modo definitivo. Tale metodica consente di preservare la salute dei denti ancora presenti (limati e ridotti nell’applicazione dei ponti) e garantire una completa stabilità.

La protesi in implantologia

LA BOCCA è la sala da pranzo del nostro corpo, quando ci si

siede a tavola tutto deve essere in ordine e soprattutto pulito, dalle stoviglie ai tovaglioli. In questo modo il cibo viene assaporato con più piacere, trasformando il sapore in gioia e benessere per tutto il nostro corpo e la nostra mente.

MADRE NATURA ci ha dato una bocca di 32 denti, 16 nella

mandibola e 16 nella mascella. Per una buona masticazione è fondamentale che la bocca sia in ordine con 28 denti perfettamente funzionanti, (i 4 denti del giudizio non sono importanti al fine di una buona masticazione) denti naturali o di protesi, l’importante è che facciano bene il lavoro della masticazione.

Buona masticazione = stare bene.

QUANDO IN UNA BOCCA MANCANO DEI DENTI,

con l’implantologia possiamo applicarli e riportare una bocca al suo funzionamento completo in modo affidabile. Le protesi di oggi sono talmente estetiche che talvolta è difficile distinguerle dai denti naturali.

In Italia la qualità delle protesi su impianti è ad altissimi livelli e si

posiziona nei primi posti a livello mondiale. In questi ultimi anni,

molti pazienti si sono rivolti all’estero per l’applicazione di protesi

su impianti, molte volte per motivi economici ma sempre più spesso osserviamo complicanze come fratture o infezioni con conseguente rimozione della protesi.

CI SONO MOLTE TIPOLOGIE DI PROTESI

che vengono applicate agli impianti, troviamo la toronto bridge, la overdentures, la all-on four, la protesi cementata e quella avvitata.

Con queste protesi otteniamo riabilitazioni che rispondono in modo eccellente alle esigenze estetiche e funzionali con un ripristino della funzione masticatoria pressoché uguale ai denti naturali.

Quanto tempo ci vuole per applicare i denti?

In implantologia le protesi vengono applicate in diversi tempi rispetto al momento dell’inserimento degli impianti, questo dipende dalla tecnica utilizzata e dalle condizioni anatomiche ossee:

Quali sono le caratteristiche peculiari di una buona protesi su

impianti?

Una buona protesi si definisce tale quando risponde ai canoni della funzionalità e dell’estetica:

- FUNZIONALITÀ s’intende una protesi che sia stata

progettata e realizzata per garantire un ottimo confort del paziente, che sia adeguata al buon funzionamento dell’ articolazione temporomandibolare prevenendo così la comparsa di emicranie, vertigini, acufeni o dolori cervicali ed altre sintomatologie molto fastidiose (spesso in pazienti riabilitati con protesi su impianti si osservano le patologie su elencate).

■ Una protesi realizzata con materiali di qualità, con spessori poco

ingombranti in modo da garantire un adeguato spazio vitale alla

lingua (capita di osservare alcune protesi molto ingombranti

con spessori pronunciati che causano al paziente difficoltà

nel parlare e a compiere i movimenti mimici).

■ Una protesi facilmente igienizzabile con i normali spazzolini e fili

interdentali, la buona igiene quotidiana è alla base della

durata di un lavoro su impianti.

- L’ESTETICA una protesi su impianti deve essere realizzata con

denti di una forma adeguata al viso del paziente, in armonia con le

labbra e con la linea del sorriso, senza dimenticare che le guance e le labbra sono sostenute dai denti per cui il ruolo di una protesi sul fronte estetico è molto importante. Il colore dei denti dovrà essere scelto in modo molto accurato, osservando i tratti somatici del paziente, in sintonia con il colore della pelle, degli occhi, dei capelli e anche con l’età del paziente.

Share by: